Sandro-premiato

Sandro Pugliese riceve il premio giornalistico

PREMIO GIORNAILSTICO DEL QUOTIDIANO “IL GIORNO” DI MILANO IN MEMORIA DI ROBERTO CAZZULANI. La giuria, composta da Fabio Lombardi, Carlotta Morgana, Albina Olivati, Marinella Rossi e Renato Vassallo, ha assegnato il premio More »

OLIMPIA, TASCHE VUOTE E PESO SULLE SPALLE

È tornata con le mani vuote da Siena l’Emporio Armani che si è vista pareggiare la serie da una Montepaschi che, anche dopo 6 scudetti consecutivi, non ha intenzione di abdicare. E adesso non solo si è presa l’inerzia della serie con i due successi casalinghi consecutivi, ma ha messo tutta la pressione del risultato sull’Olimpia che in gara 5 non può sbagliare per non trovarsi con le spalle al muro. Questa sera si scende in campo con l’Olimpia costretta a giocare a Desio per l’indisponibilità del Forum, ma sicuramente l’ambiente sarà caldo e di casa vista la fame di basket che c’è nella zona nord di Milano. Non sarà il tifo che mancherà, ma la squadra di Scariolo deve subito trovare l’equilibrio tra le sue tre “punte” offensive Langford-Gentile-Hairston per non gettare al vento un’altra occasione.

MILANO, C’È CHI SI ASPETTA IL BIS

Neanche il tempo di godersi il +24 con il quale l’Olimpia ha iniziato i playoff contro la Montepaschi Siena che si torna già in campo per la seconda partita di questi quarti di finale. Milano avrà aumentato di certo la consapevolezza delle proprie capacità, Tattica e pretattica Lanford pronto a giocare e la guardia sacrificata sarebbe Radosevic dall’altra parte Siena attaccherà sicuramente la partita come un leone ferito. Ancora qualche dubbio nel roster milanese che potrebbe far esordire nella serie Keith Langford, out alla prima per un problema alla caviglia. Qualora coach Scariolo decidesse di utilizzare la guardia chi uscirebbe dalle rotazioni dovrebbe essere senza dubbio Leon Radosevic, in campo solo per gli ultimi 6 minuti in gara 1, sopravanzato decisamente da un Mensah-Bonsu molto positivo nel primo episodio della serie.

ALLE 20.30 MILANO DEBUTTA CON SIENA. IN FORSE LANGFORD E BOUROUSIS

Inizia questa sera alle 20.30 il playoff dell’Olimpia Milano che ospita al Forum la Montepaschi Siena nel quarto di finale più affascinante. La squadra di coach Sergio Scariolo, però, non arriva a questa gara 1 nelle migliori condizioni possibili, tutt’altro. Infatti potrebbero essere assenti sia Keith Langford che Ioannis Bourousis: l’americano a causa della distorsione alla caviglia che già l’aveva fermato contro Brindisi, il greco invece per una lombalgia che l’ha mandato ai box da un paio di giorni. A questo punto sotto canestro ci sarà la coppia MensahBonsu-Radosevic con Chiotti pronto a fare il suo esordio nei playoff qualora ci siano emergenze.

EA7, CORRENTE A FAVORE

Ultimo giro di lancette nella stagione regolare del campionato di serie A con l’Emporio Armani che attende al Forum di Assago l’Enel Brindisi. L’Olimpia può ancora posizionarsi dal terzo al sesto posto, in caso di successo sarà terza o (più probabile) quarta, ma comunque avrà il fattore campo a favore nel primo turno di playoff. Per questo il match contro la formazione pugliese, già appagata dal raggiungimento della salvezza e in piena crisi con un solo successo nelle ultime 10 partite, è comunque molto importante per i milanesi. Vincere aiuta a vincere, inoltre chiudere il girone di ritorno con il miglior record vittorie-sconfitte di tutta la serie A può essere buon viatico per tuffarsi a partire da venerdì prossimo (da giovedì qualora arrivasse terza) nel magico mondo dei playoff.

OLIMPIA, DEBUTTA MENSAH-BONSU

Sarà il giorno di Pops Mensah-Bonsu quello di quest’oggi con l’esordio del pivot inglese in biancorosso (o meglio in verde-rosso per la divisa speciale in occasione della “Giornata della terra”) nella partita dell’Emporio Armani contro l’Angelico Biella. La squadra milanese ha dimostrato, suo malgrado, che non ci sono partite scontate nel campionato italiano, neppure in casa, ma questa volta sembra davvero diffìcile non fare bottino pieno contro i piemontesi già retrocessi e in disarmo vista la cessione di un paio di giorni fa anche del pivot Kevinn Pinkney.

ARMANI DA BATTAGLIA NONOSTANTE INFLUENZE E QUALCHE ACCIACCO SPAZIO A GENTILE

Prosegue l’altalena del calendario dell’Olimpia Milano che affronta un’altra delle sue trasferte diffìcili. Dopo aver sbancato Venezia e Sassari nelle ultime due uscite lontano da casa, ora i biancorossi proveranno a proseguire la serie sul campo della capolista Cimberio Varese. Un match ad alto contenuto di difficoltà per l’Emporio Armani che deve continuamente testare il suo stato di salute, tra i problemi di atteggiamento che hanno minato la classifica e un girone di ritorno comunque molto positivo a livello di semplici risultati con 8 vittorie su 11 partite, il migliore dell’intera serie A.

ARMANI, BATTERE LA SCAVOLINI PER VINCERE… IL MAL DI CASA

Che una partita contro la penultima in classifica possa essere una cosidetta “prova del nove” sembra una cosa incredibile, ma è solo l’ultimo dei paradossi della strana stagione dell’Olimpia Milano. Poi che questa sia una sfida piena di fascino perchè contro la Scavolini Pesaro (solo l’anno passato è stata semifinale dei playoff) e sia una gara tutt’altro che semplice perchè il team guidato dall’ex Markovski ha centrato 5 vittorie su 10 nel girone di ritorno è tutto un altro discorso. L’Olimpia, al Forum di Assago, dove superare il suo “mal di casa” e confermare i progressi e l’unità di intenti dimostrata nella trasferta di Sassari. Da adesso non si può più sbagliare qualunque sia l’avversario se si vuole provare ad entrare nella griglia dei playoff con la miglior posizione possibile.

IL BIS DI CAPITAN NICOLÒ

Quella di questa sera a Forum di Assago vuole essere, oltre che la giornata del riscatto dell’Olimpia contro la pericolante Monegranaro, la giornata di Nicolò Melli. Il talento del 1991, alla sua terza stagione a Milano, giocherà la sua 11esima partita in serie A e farà il suo esordio da capitano biancorosso davanti al pubblico di casa (la prima è stata a Venezia due settimane fa sempre per l’infortunio di Hairston). Promosso in quintetto stabilmente da quasi due mesi, l’ala numero 18 sta dimostrando progressi importanti nelle ultime settimane guadagnando sempre più minuti in campo rispetto a un Fotsis ormai costantemente apatico. DI FRONTE, i milanesi troveranno la Sutor Montegranaro allenata da Recalcati, squadra che, seppur terz’ultima, è a +6 sull’ultimo posto che costerà la retrocessione.

GENTILE, TERZO INDIZIO

Anticipo di campionato questa sera in programma al PalaDesio dove l’Olimpia sarà di casa, per questa occasione, per sfidare la Vanoli Cremona. I biancorossi lo faranno con un paio di assenze visto l’infortunio di David Chiotti e il viaggio intercontinentale di Keith Langford per conoscere il figlioletto appena nato. Il pivot italo-americano è stato operato ieri con successo per il parziale distacco della retina e rimarrà ai box per circa 40 giorni, mentre la guardia Usa sarà a disposizione fin dalla ripresa degli allenamenti della settimana entrante. Al completo invece la Vanoli di coach Gresta che in settimana ha rescisso il contratto con Shawn Huff risolvendo così la questione del turnover degli stranieri affrontata nelle ultime partite.

ARMANI, È L’ORA DI OSARE

Arriva con le “ossa rotte” l’Olimpia al big match di questa sera contro la Montepaschi Siena. Doveva e poteva essere la gara del riscatto dei biancorossi dopo la figuraccia di Reggio Emilia, ora lo spirito dovrà rimanere questo, ma sarà certamente più difficile visto che al 99% mancherà Keith Langford a causa di un problema al ginocchio ed è in forte dubbio anche capitan Malik Hairston che non si è allenato negli ultimi tre giorni per colpa di problemi alla schiena. Così la montagna Siena diventa ancor più invalicabile e, ancora di più, l’Emporio Armani dovrà affidarsi al gioco di squadra per riuscire ad ottenere un risultato positivo.