OLIMPIA, PESO E MISURA

Se non ci fossero state le debacle contro formazioni di metà classifica, la stagione dell’Olimpia avrebbe davvero un altro volto perché il piglio con cui affronta le sfide di alto livello sembra davvero essere quello giusto. Il match vinto contro Cantù ha confermato ancora una volta che questa squadra sa esaltarsi nelle partite che contano (a parte proprio l’andata al Pianella), ora, dopo tre vittorie consecutive, sarà fondamentale la doppietta di trasferte (22 e 25 aprile) sui campi di Avellino e Roma. Questa volta l’Olimpia lo ha fatto trovando anche dei nuovi protagonisti con la miglior partita di Alessandro Gentile, ma anche trovando risorse fondamentali da un Giachetti, già decisivo con Casale Monferrato e Avellino, ma finora spesso opaco ad alto livello. «Ammirato dal match dei miei giocatori – dice coach Scariolo – ci eravamo dati come punto di partenza il -25 dell’andata e volevamo capire se avevamo riempito il gap. Non posso che essere soddisfatto. In più la vittoria è arrivata a modo nostro, dando tanti minuti ai nostri giovani e al nucleo degli italiani. Qualche volta abbiamo pagato lo scotto dell’inesperienza, ma il lavoro svolto sta iniziare a dare molti frutti e siamo certi lo farà ancora di più in futuro». Intanto c’è un problema serio legato a JR Bremer: l’infortunio che ha fermato l’americano con passaporto bosniaco è più grave del previsto. La lesione dei flessori della coscia sinistra terrà fuori il numero 22 biancorosso fino alla fine della stagione regolare, sicché torna d’attualità il famoso ultimo tesseramento, che, burocraticamente, non è stato ancora effettuato. Tre Simmons era già a Milano domenica sera per seguire i suoi nuovi compagni nella vittoria con Cantù, ma le visite mediche hanno richiesto un supplemento d’indagine, e questo potrebbe anche portare al società milanese, vista la situazione, a spostare l’obiettivo su un giocatore di taglia più piccola che possa sostituire lo stesso Bremer il quale, nei prossimi giorni, sarà sottoposto a ulteriori esami. In questo senso anche le recenti prestazioni positive di Giachetti e Gentile potrebbero far pendere la bilancia della scelta su un ruolo piuttosto che su un altro. Dunque il mercato dell’Olimpia pare improvvisamente riaperto causa emergenza. (Sandro Pugliese)

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*



+ 6 = dodici